"Non voglio immigrati da quei cessi di paesi", bufera su Trump

Share

Un'espressione volgare quella di "shithole countries" usata dal presidente americano e che subito ha scatenato polemiche. Proprio come quella provata dai membri del Congresso - repubblicani e democratici - presenti nello Studio Ovale quando il tycoon e' sbottato sulla questione immigrati, pronunciando l'ennesima frase shock: "Ma perche' gli Stati Uniti devono continuare ad accogliere questa gente da questo cesso di Paesi?". La Casa Bianca per il momento non commenta. Lo ha affermato il portavoce dell'ufficio Onu dei diritti umani, Rupert Colville, sottolineando che "se confermato e non smentito ufficialmente si tratta di un pensiero vergognoso e scioccante". Secondo il Guardian, la visita sarebbe invece stata annullata per il timore di proteste.

Il presidente Usa Donald Trump ha respinto la proposta bipartisan "Dreamer" sull'immigrazione avanzata da un gruppo di senatori perché non finanzia adeguatamente il tanto pubblicizzato muro lungo i confini con il Messico e perché lo ritiene "un passo indietro". "In totale sono 52 e alcuni sono stati inviati in anticipo rispetto ai tempi previsti", ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump mercoledì 10 gennaio durante un incontro con la premier scandinava Erna Solberg.

Anche il Congresso USA ha condannato le parole di Trump come "razziste e divisive".

Share